Obiettivi

Gli obiettivi specifici del progetto sono:

  • Individuazione di una nuova metodologia per la gestione dei rifuti organici e la valorizzazione energetica.
  • Sviluppo della produzione distribuita di biometano e potenziamento dell’indipendenza da sistemi di energia centralizzati.
  • Riduzione della dipendenza da fonti fossili e incremento della sicurezza di approvvigionamento energetico e conseguente diminuzione delle emissioni di gas climalteranti.
  • Potenziamento della competitività dell’industria olearia laziale ed italiana e incremento dell’occupazione.
  • Divulgazione della conoscenza sulle opportunità derivanti dalla produzione del biometano per gli operatori nel settore agricolo e per tutti gli stakeholders

 

Le azioni che verranno portate avanti per raggiungere gli obiettivi sono:

  • Identificazione dei bacini di biomassa di scarto e definizione dei possibili mix in ingresso al digestore
  • Definizione delle condizioni per l’implementazione dei sistemi di upgrading del biogas per piccoli flussi
  • Definizione dello stato dell’arte dei sistemi di upgrading
  • Valutazione dei limiti, delle criticità e delle potenzialità della produzione diffusa di biometano
  • Realizzazione e test di un prototipo di upgrading basato sull’impiego dei tufi
  • Ottimizzazione del mix in ingresso per la massimizzazione della produzione di biometano mediante l’impiego dei tufi
  • Trasferimento delle informazioni attraverso le reti di comuni e di stakeholders

 

I risultati attesi del progetto sono:

  • Definizione del potenziale di applicazione nel Lazio, in Italia e in Europa dell’immissione in rete di biometano
  • Definizione del protocollo autorizzativo per la catena di produzione e immissione in rete del biometano
  • Definizione di proposte per effettuare modifiche migliorative delle politiche di investimento nel settore
  • Esecuzione di un completo programma di test in scala di laboratorio sulla digestione anaerobica per la produzione di biogas e successiva purificazione sperimentando l’impiego dei tufi laziali tal quali e/o funzionalizzati per migliorarne le caratteristiche
  • Realizzazione di un impianto di upgrading per piccoli flussi, economicamente fattibile, impiegando materiali a basso costo